Girotonno, quando il cibo diventa cultura

Un tempo lo chiamavano “carne dei poveri”. Era il piatto forte sulla tavola di chi lavorava duro da mattina a sera, in mezzo a quel “mare amaro” di verghiana memoria, l’ambita preda di mille e mille Malavoglia che parlavano genovese. Oggi come allora, a primavera inoltrata, il tonno da corsa migra in branco dall’Atlantico al Mediterraneo per riprodursi. E qui … Continua a leggere