Guccini, Guareschi, salame e lambrusco.

  Francesco Guccini, nei tuoi romanzi Vacca d’un cane e Cronache epifaniche usi un impasto linguistico tra pavanese e modenese. Di un tuo conterraneo, Giovannino Guareschi, c’è stato chi ha scritto che pensava in dialetto ma scriveva in italiano. «Sicuramente Guareschi parlava dialetto a casa perché allora tutti parlavano dialetto. Non so quanto lo parlasse anche perché ricordo che la … Continua a leggere